Carta Prepaid Commercial Intesa Sanpaolo: la prepagata per l’attività imprenditoriale

Carta Prepaid Commercial Intesa Sanpaolo la prepagata per l'attività imprenditoriale


La carta prepaid commercial è la prepagata del gruppo Intesa SanPaolo pensata per le aziende. Ovverosia, la carta può essere utilizzata sia dal titolare dell’azienda oppure da uno dei suoi collaboratori, grazie alla possibilità di intestare (senza nominativo sulla carta) uno strumento di pagamento elettronico utilizzabile su più fronti. Per questo motivo fra chi sottoscrive il contratto, vale a dire il Cliente e chi invece è titolare della carta che gli viene ceduta sussistono delle differenze importanti per quel che riguarda le funzioni. Vedi anche la carta Superflash e la Nextcard.

 

Cosa può fare il titolare

Fondamentalmente la Commercial Prepaid conserva in sè tutti i crismi di una carta prepagata. Quindi avremo sicuramente la possibilità di pagare presso gli esercenti convenzionati tramite PIN o tramite firma, usufruendo anche della modalità contactless e perfino NFC. Con questa sigla si indica ormai comunemente la capacità del dispositivo mobile e della SIM in esso inserita di effettuare pagamenti avvicinando il proprio telefono al pos.

Anche l’operazione di prelievo è consentita tranquillamente sia presso gli sportelli di Intesa che presso altre banche, comprese quelle estere. Per i pagamenti e-commerce il sistema è garantito in piena efficienza dalle consuete modalità del Servizio Pagamenti Sicuri Via Internet cellulare e telefono. L’aggiunta dell’uso delle carte virtuali, sia one shot che di durata è attivabile direttamente dall’home banking aziendale.

Il servizio di avviso SMS è collegabile a questa carta direttamente in fase di sottoscrizione del contratto.

Come tutte le recentissime prepagate italiane, anche questa  dotata di un proprio iban, grazie a cui è possibile ricevere bonifici (sia bonifico ordinario Italia che bonifico europeo unico) o disporne in favore di altri enti. Non si possono, tuttavia, trasmettere elettronicamente stipendi, pensioni e premi aziendali.

La carta può essere ricaricata o a sua volta ricaricare altre carte prepagate utilizzando gli sportelli automatici delle banche del gruppo ISP.

La consultazione del saldo e dei movimenti tramite il canale Internet è possibile attraverso la consueta sottoscrizione del contratto previsto per tale servizio oppure attraverso lo sportello.

 

Cosa può fare il cliente

Il cliente può usufruire dei servizi descritti sopra, a cui si aggiunge l’opzione per pagare bollettini postali e altri documenti di pagamento attraverso il canale del proprio conto corrente online e purché emessi da servizi in convenzione con la banca.

Sopratutto le è consentito di poter revocare il servizio di prelievo e di disposizione dei bonifici relativamente alla carta. Allo stesso modo può richiederne anche il ripristino. Lo stesso discorso vale per l’utilizzo dei servizi via Internet e per la modalità dispositiva di tale funzione.

 

Costi e Limiti

L’importo massimo che può essere inserito sulla carta è di 60.000 euro. Al giorno si possono prelevare al massimo 500 euro, mentre non c’è limite di spesa presso gli esercenti (compresi quelli online) se non quello indicato dal saldo stesso sulla carta. Il limite di ricarica giornaliera ammesso è 3.000, fatto eccezione per quello presso ATM con una carta non del gruppo, dove ammonta a 500 euro.

La carta prepagata rispetta le modalità di ricarica degli altri prodotti Intesa: Direttamente presso lo sportello della filiale mediante addebito in conto; Presso uno sportello automatico del gruppo Intesa con una carta Intesa o anche di altre banche; Tramite le funzionalità via Internet come previsto dal contratto con addebito sul conto stesso o su un prepagata.



La prima ricarica deve essere fatta a partire da 15 euro direttamente in banca, non si paga la commissione, ma non vi è incluso il costo della carta. Il canone annuale è di 18,00 euro sia il primo che gli anni successivi.

Vediamo meglio nel dettaglio gli altri costi per le operazioni di ricarica

Un euro per la ricarica tramite bonifico da contanti in filiale e da sportello automatico.

Un euro l’ammontare di commissione per ricaricare la Superflash e altre carte ricaricabili del gruppo, mentre è di 2,50 qualora si preferisca effettuare l’operazione in filiale o su sportello automatico, ma con carte di altre banche.

Non ci sono costi di prelievo presso le filiali del gruppo; mentre è di 2 euro la commissione per operazioni su altre banche italiane o europee e di 5 se l’operazione avviene fuori dall’area SEPA.

Due euro e 50 centesimi è il valore della commissione bancaria se si richiede un bonifico in banca (direttamente allo sportello) verso filiali di banche Intesa, mentre è di 3,50 se la stessa operazione è rivolta verso altre banche italiane.

Se la disposizione viene data dallo sportello automatico la commissione resta invece invariata a 0,50 centesimi sia verso il gruppo Intesa che verso altre gruppi bancari.

Per ii canali online troviamo alcune piccole commissioni per le disposizioni dei bonifici:0,50 per i bonifici verso filiali del gruppo o di altre banche, 1 euro se si usa il bonifico Mybank.

Il servizio di pagamento per i bollettini postali presso aziende convenzionate è di un euro, con bollettini premarcati e bianchi è di 2 euro. Attualmente il servizio, tuttavia, non è disponibile.

Il bollo ACi si può pagare tranquillamente da sportello con il servizio CBILL (servizio che consente di pagare bollettini e emesse da aziende in convenzione con il CBI) al costo di 1,87, mentre è 1,30 per le utenze e 2 euro per altri tipi di pagamento.

Altre voci di Commissione per le carte prepaid sono quelli di conversione di valuta sull’importo di operazioni non in euro 1,0000 % sull’importo prelevato o pagato, 0,70 per l’emissione dell’estratto conto cartaceo e 5 euro per la richiesta di PIN non elettronico.

Non c’è alcun costo per il blocco della carta e la sostituzione della stessa, mentre ammonta a 10 euro il costo di ricambio della O-Key per smarrimento o furto.

 

Costi per le Aziende

Dato che la carta è progettata per essere utilizzata dalle aziende, la prepaid commercial ha dei costi per le operazioni di borsa. Ecco il dettaglio: Borsa Italiana tempo ritardato € 0,00; Borsa Italiana tempo reale – Level 1 € 0,50; Borsa Italiana tempo reale – Level 2 € 1,50; EuroTLX tempo ritardato € 0,00; EuroTLX tempo reale € 0,50; Nyse – Amex tempo ritardato USD 0,00; Nyse – Amex tempo reale USD 2,00; Nasdaq tempo ritardato USD 0,00; Nasdaq tempo reale USD 1,00; Euronext tempo ritardato € 0,00; Euronext tempo reale € 2,00; Deutsche Boerse tempo ritardato € 0,00; Deutsche Boerse tempo reale € 20,00; Canone mensile Servizio Trading+ Canone mensile Servizio Trading+ € 25,00.

 

Contatti Assistenza

I servizi di assistenza previsti per la carta sono pari a quelli dedicati ai privati: 800-444-223 oppure 02/87109001 attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 per blocco della carta, saldo e movimenti, situazioni di pagamenti via internet e collegamento con la modalità NFC; 800-3030-303 o 011/8019230 per collegamento ai servizi a distanza della banca, utilizzo del servizio Masterpass o Verified by Visa e tutte le funzioni sostitutive della filiale stessa, compresa l’assistenza per l’aumento del massimale.



Questo sito fa uso dei cookie, anche di terze parti, per garantire ai suoi utenti un'esperienza di uso ottimale. Continuare nella navigazione (scroll, click, ...) equivale all'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi