Come Ricaricare Postepay con Bancomat, alle Poste, in Tabaccheria Sisal e Online da casa

Come Ricaricare Postepay con Bancomat, alle Poste, in Tabaccheria Sisal e Online da casa



Ricaricare la Postepay è semplice, soprattutto da quando Poste Italiane ha introdotto i nuovi metodi che permettono di effettuare una ricarica utilizzando le carte PagoBancomat tramite tutti gli sportelli ATM Postamat.

 

Con Bancomat

Questa è l’ultima novità introdotta da Poste Italiane. Tutti coloro che hanno una carta PagoBancomat possono ricaricare la propria carta Postepay, o quella di un’altra persona, tramite uno degli sportelli ATM Postamat che non è altro che lo sportello automatico presente fuori dagli uffici postali.

Quali sono i costi di questo nuovo metodo di ricarica? E’ possibile ricaricare al Postepay, sia il modello classico che la Postepay Evolution, con la carta Bancomat pagando 2€ di commissione.

E’ possibile effettuare la ricarica, allo stesso modo, anche con qualsiasi altra carta di pagamento, o carta di credito, appartenenti al circuito Visa, Visa Electron, Vpay, MasterCard e Maestro. In questo caso però il costo della commissione sarà di 3€ per ciascuna ricarica.

Tramite gli ATM Postamat sarà possibile ricaricare una carta Postepay Evolution anche con un’altra carta Postepay, oltre che con una carta BancoPosta.

 

In Ufficio Postale

Se ami effettuare le cose in maniera tradizionale, presso gli uffici postali sarà possibile ricaricare la carta Postepay tramite un versamento in contanti, con un’altra carta Postepay o con una carta Postamat Maestro o altra carta BancoPosta che sia abilitata a questo genere di operazioni.

 

A domicilio

Non tutti ne sono a conoscenza ma esiste un apposito servizio di ricarica a domicilio. In questo modo potrai ricaricare la Postepay da casa o da lavoro. Potrai richiedere il servizio ai portalettere di Poste Italiane abilitati a questo servizio e potrai effettuare la ricarica con un’altra carta Postamat, con una carta Maestro o con un’altra carta ricaricabile Postepay. Per prenotare il servizio dovrai fissare un appuntamento al numero 803.160.

 

Online

Il servizio di ricarica è disponibile anche online. Accedendo al sito ufficiale di Poste Italiane o direttamente al sito Postepay.it sarà possibile utilizzare i servizi del conto BancoPosta con BancoPosta Online o con il conto BancoPostaClick per poter effettuare una ricarica. Il servizio è attivo anche per i possessori di una carta Postepay nominativa che vogliono ricaricare la Postepay di un altro soggetto o un’altra carta ricaricabile dello stesso tipo in proprio possesso.



 

Con App

Poste Italiane ha un’apposita App scaricabile gratuitamente per iOS e per Android, sia per tablet che per smartphone, chiamata App Postepay, con la quale è possibile ricaricare una carta Postepay. L’app permette di trasferire denaro da una carta nominativa ad un’altra, di verificare il saldo e la lista movimento oltre che effettuare le ricariche telefoniche. E’ da pochi mesi attivo anche un servizio P2P che permette di inviare piccole somme di denaro agli amici presenti in rubrica che hanno la stessa app. La prima ricarica giornaliera, se inferiore a 25€, è gratuita.

Oltre alla App Postepay sarà possibile scaricare ed utilizzare lo stesso servizio oltre che altri servizi esclusivi, sia da Google Play che da App Store, sempre in maniera gratuita, l’App BancoPosta e l’App PosteMobile.

 

Tabaccheria Sisal

Abbiamo già visto i metodi di ricarica online, tramite Postamat e dagli uffici postali. Esistono ancora altre possibilità per poter ricaricare la propria carta Postepay, tra queste la più conosciuta è quella tramite le ricevitorie Sisal ma esistono ulteriori tabaccherie convenzionate al servizio con Banca ITB ed un ulteriore metodo disponibile per tutti i conti online BPM (Banca Popolare di Milano) Webank che hanno attivo il servizio di internet banking.

Per quello che riguarda la possibilità di caricare la Postepay in una ricevitoria Sisal, sarà possibile ricaricare la propria carta o quella di un altro soggetto, con versamenti di minimo 1€ e di massimo 997,99€.

 

Cosa Serve

Se la ricarica avviene in una ricevitoria Sisal sarà necessario avere il numero della carta da ricaricare ed il codice fiscale del titolare.

Se la ricarica avviene online, tramite il sito ufficiale di Poste Italiane o quello ufficiale delle carta, sarà necessario disporre del numero della carta da ricaricare e del nome del titolare. Inoltre, qualora la ricarica dovesse avvenire da altra carta Postepay sarà necessario avere il numero della propria carta, la data di scadenza (mese ed anno) ed il numero composto da tre cifre presente sul retro, detto anche codice di sicurezza CVV.